Blog

Cosa vuoi cercare in EdiliziaSmart ?

Riqualificazione edifici, quale ruolo per le PA?

Palazzo_del_comune_di_Forl-1200x873

Ci occupiamo spesso di riqualificazione degli edifici, abbiamo dedicato anche un workshop al tema, con particolare riferimento a tutti i player della filiera. Ma quale ruolo può svolgere la Pubblica Amministrazione in questo lungo e difficile processo?

Già da qualche anno i governi del nostro paese hanno introdotto e protratto incentivi, cosiddetti bonus, per favorire la riqualificazione degli edifici. Bonus di tutti i tipi e per tutte le percentuali, da quelli per le parti comuni di un condominio a quelli per i mobili o per le aree verdi fino ad arrivare agli incentivi finalizzati alla prevenzione dei rischi dovuti ad un sisma.

Scendendo dal massimo livello istituzionali fino a quelli locali, cosa può fare, ad esempio, un’amministrazione comunale? Come può incentivare il processo di riqualificazione degli edifici?

Una risposta ci arriva dalla città di Forlì:

  1. Cosap;
  2. Imu;
  3. Contributi a fondo perduto per la classificazione di rischio sismico di edifici residenziali
    privati.

    Richiedi una consulenza all’autore

Questi i tre interventi che compongono un pacchetto di misure messo a punto per rilanciare il centro storico. Nelle intenzioni dell’amministrazione comunale c’è l’impegno al raggiungimento di obiettivi, non solo legati alla riqualificazione degli edifici, quali migliorare il decoro e la sicurezza per favorire la residenzialità e le attività commerciali.

Sappiamo ormai con certezza che il futuro, anzi già presente, del settore dell’edilizia non è più legato a nuove costruzioni ma al recupero dell’esistente. Diverse ricerche di autorevoli istituti o università italiane ci dicono quotidianamente quanto nel nostro paese il consumo di suolo abbia raggiunto ormai vette poco invidiabili.

Allora tutti devono concorrere in questo processo finalizzato alla riqualificazione degli edifici, e quindi delle zone urbane, non solo per ragioni meramente economiche ma anche ambientali e sociali. Ed è un bene che qualche Comune dia il buon esempio.

Vero, il social a pagamento e senza pubblicità che...
Fino a che punto è “ecologica” un’auto elettrica?

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Domenica, 08 Dicembre 2019
Se vuoi iscriverti, compilare i campi nome utente e del nome.