Ambiente

Cosa vuoi cercare in EdiliziaSmart ?

Colonnine elettriche e mobilità sostenibile

colonnine-elettriche-e-mobilit-sostenibile

Le colonnine elettriche in condominio possono diventare un valido aiuto alla mobilità sostenibile. Gli Italiani sono ancora troppo legati all'uso delle automobili, come emerge da una recente ricerca della Doxa, quindi bisognerà intervenire sull'alimentazione delle stesse.

​Doxa, istituto specializzato in ricerche di mercato e sondaggi d'opinione, ha lanciato la sua divisione "Mobility" dedicata allo studio delle caratteristiche e delle abitudini italiane in materia di trasporti. Dalla prima ricerca è emerso che l'88% utilizza l'auto come mezzo principale di trasporto. 

La mobilità è un aspetto fondamentale nella vita di tutti noi e, spesso, la mancanza di alternativa impone ancora l'utilizzo di autovetture. Certo, molto è stato fatto. Penso al trasporto pubblico soprattutto nei centri urbani. Non c'è dubbio che bus e treni hanno reso vivibile il centro di tante grandi città altrimenti inaccessibili.

Ma se l'auto è ancora al centro della scena per il trasporto delle persone, a meno di improvvise e repentine rivoluzioni culturali, come si potrà intervenire per raggiungere obiettivi anche in termini di risparmio energetico e benefici ambientali?

Con il decreto legislativo 257/2016, entrato in vigore lo scorso 14 gennaio, viene stabilito l'obbligo di "predisposizione all'allaccio per la possibile installazione di infrastrutture elettriche" per quanto riguarda gli edifici di nuova costruzione a partire dal 2018. La norma interessa anche quegli edifici che subiranno una ristrutturazione profonda secondo i parametri dell'allegato 1 del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 26 giugno 2015.

Art. 1 "Al fine di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l'impatto ambientale nel settore dei trasporti, il presente decreto stabilisce requisiti minimi per la costruzione di infrastrutture per i combustibili alternativi, inclusi i punti di ricarica per i veicoli elettrici e i punti di rifornimento di gas naturale liquefatto e compresso, idrogeno e gas di petrolio liquefatto, da attuarsi mediante il Quadro Strategico Nazionale di cui all'articolo 3, nonché le specifiche tecniche comuni per i punti di ricarica e di rifornimento, e requisiti concernenti le informazioni agli utenti".

Insomma, nella battaglia in favore di una mobilità, ma non solo, più sostenibile anche il condominio può svolgere la sua parte. Installare delle colonnine elettriche in condominio sarà un vantaggio perché il maggiore ostacolo alla diffusione dei mezzi alimentati da energie rinnovabili, insieme al prezzo ancora troppo alto, è proprio la mancanza di punti di rifornimento.

Qualcosa si muove, se si pensa che anche un colosso come Mercedes ha ideato e prodotto il suo "WallBox", una scatoletta ad uso domestico in grado di ricaricare più velocemente le vetture. Ovviamente, per ora, è utilizzabile solo da auto di marca Mercedes ma sicuramente in futuro non sarà solo così.

Le colonnine elettriche in condominio agevoleranno e favoriranno l'acquisto di auto elettriche ma non solo. Una tendenza che va diffondendosi tra i più giovani è quella di non acquistare più l'auto ma di noleggiarla. Comincia ad avere successo il cosiddetto "Car Sharing" come i servizi che ottimizzano i costi di un viaggio come "BlaBlaCar".

La strada sembra segnata, non ci resta che attendere...che si ricarichi la vettura anzi l'intera mobilità.


Cos'è un mutuo verde
Equity crowdfunding per la riqualificazione energe...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Domenica, 08 Dicembre 2019
Se vuoi iscriverti, compilare i campi nome utente e del nome.